Vieni a trovarci anche sul sito dello Studio Empathos: www.studioempathos.com

Ci vediamo a SETTEMBRE! BUONA ESTATE!

Ci vediamo a SETTEMBRE! BUONA ESTATE!

Ci vediamo a SETTEMBRE! BUONA ESTATE!

Ci vediamo a SETTEMBRE! BUONA ESTATE!

Ci vediamo a SETTEMBRE! BUONA ESTATE!

Ci vediamo a SETTEMBRE! BUONA ESTATE!

Ci vediamo a SETTEMBRE! BUONA ESTATE!

Ci vediamo a SETTEMBRE! BUONA ESTATE!

Se questo spazio ti piace, ti piacerà anche il sito dello Studio Empathos!Visitalo, basta un click!

martedì 27 settembre 2011

Su Bravi Bimbi si riflette insieme a noi

Buonasera a tutti,
la scorsa settimana vi avevo inviato a riflettere insieme sul tema educazione, aspettative e dinamiche familiari.
Volevo ringraziarvi per i commenti e le mail ricevute e per tutti i vostri preziosi suggerimenti.
Credo che un servizio che abbia come "focus" i bambini debba avere come monito quello di essere accessibile e aperto a tutti, capace di essere flessibile e soprattutto garantire qualità, trasparenza, coerenza e "accoglienza emotiva".
Sono dell'idea che un professionista che progetti un servizio per bambini e ragazzi debba tenere conto di quanto espresso per poter creare un servizio davvero family friendly.
Sul sito Bravi Bimbi si riflette insieme a noi su questi temi e se vi fa piacere potrete andare qui per leggere i commenti che sono stati prodotti a riguardo.
E per voi, come deve essere un servizio per bambini/ragazzi? Cosa vi aspettate possa offrire?
Buona serata
[ ... ]

lunedì 26 settembre 2011

Montessori Moments: esercizi di pulizia!

Eccoci anche oggi pronti a una nuova attività Montessoriana da poter sperimentare insieme. Anche questa come quella dello scorso lunedì fa parte della "vita pratica": esercizi di pulizia.
Gli esercizi di pulizia che possiamo proporre ai nostri bambini possono essere davvero moltissimi e possiamo essere certi che i bambini saranno ben felici di queste operazioni. Tale convinzione è ulteriormente confermata dalla costanza con cui i bambini, quando ci osservano a svolgere una qualsiasi attività, hanno sempre voglia di sperimentarsi in prima persona con la medesima attività.
Vi è già capitato di sentirli chiedere "posso farlo anche io?" mentre state spazzando, pulendo e rassettando la casa?
Ebbene si, i bambini si divertono con queste attività e provano grande soddisfazione ad operazione conclusa quando potranno finalmente avere piena consapevolezza del risultato.
Questo tipo di attività favorisce la coordinazione motoria, la concentrazione e l'acquisizione di tempi e sequenze per le attività!
«Il "lavoro" si è manifestato adatto ai piccoli bambini dai tre ai sei anni di età, è quello di conservare gli oggetti esistenti, e non di produrne di nuovi. I lavori manuali dei bambini sono perciò raccolti nelle tante opere attive necessarie a mantenere ben pulita e in ordine la casa; come spazzare in terra, spolverare, mettere al loro posto gli oggetti, ecc; e a conservare la persona, come lavarsi, pettinarsi, vestirsi, spogliarsi; e infine, occupazione complessa per eccellenza, quella di apparecchiare la tavola da pranzo; sparecchiare quindi, lavare le stoviglie e rimettere tutto a posto (…)» da ‘Manuale di Pedagogia Scientifica’, di Maria Montessori, 1935
Vedremo nei prossimi appuntamenti delle schede dettagliate di alcune attività di pulizia.
GRazie e a presto.



[ ... ]

venerdì 23 settembre 2011

Il Venerdì del Libro

Anche oggi prosegue il nostro consueto appuntamento con la lettura.
In particolare oggi GioCoLanDia si occupa dei piccolissimi da 0 a 2 anni con una lettura non solo divertente ma anche molto educativa e stimolante.

L'argomento è molto interessante per i bambini:
I COLORI!!!
Questo libro cartonato è di Tiziana BRamanti
edito da edibimbi nel 2005.
Il protagonista di questa storia è un simpatico e buffo orsetto che si presenta come un gran pittore mostrando i segreti di ogni colore!
Tutto il libretto è in versi e alla fine sembrano proprio dare vita a una bella filastrocca. Ottimo metodo per permettere ai bambini di memorizzare!
Molto belli i disegni e i colori studiati proprio per i più piccini!

Dal punto di vista pedagogico direi che può essere considerato un ottimo strumento
per memorizzare e per imparare "i colori".
Buona Lettura!

[ ... ]

giovedì 22 settembre 2011

Giocare con l'alfabeto!

Oggi a GioCoLanDia una divertente e (molto educativa) attività:
Giocare con l'alfabeto!
Occorre comporre tante tesserine quante lettere ci sono nell'alfabeto:

Potete ingrandire la scheda che ho recuperato da internet fino a che ogni letterina sarà rachiusa dentro un quadrato di 5 x 5 cm.
Avete presente le tessere del memory?
Bene incollate la fotocopia delle lettere su un cartoncino spesso.
Quando tutto sarà pronto disponete le tessere sul tavolo e cominciate a giocare:
provate a formare le parole più disparate.
Per ogni parola creata al giocatore si assegnerà un punto.
Chi getterà la spugna?
Vediamo chi ha più inventiva e velocità!
Buon divertimento!

[ ... ]

mercoledì 21 settembre 2011

Mamma mi aiuti a disegnare? La scuola in 7 step

Bentrovati con il nostro solito appuntamento.
Visto che da poco è cominciata la scuola e che per i nostri pargoletti quello è il luogo che deve cominciare ad essere familiare oggi disegneremo tutti insieme la scuola in 7 step.








E adesso la campanella di fine attività suona anche per questo disegno con GioCoLanDia!
Buon divertimento
[ ... ]

martedì 20 settembre 2011

Educazione, esigenze familiari e aspettative di genitori e figli

Ai nostri giorni sempre meno raramente all'interno della famiglia lavorano sia il papà che la mamma. Le donne oggi cercano di non abbandonare ( o forse in certe situazioni occorrerebbe dire "di non farsi tagliare fuori") il mercato del lavoro.
La situazione non è semplice certamente la donna si trova a dover affrontare non poche problematiche per garantirsi il diritto ad una occupazione che possa essere idonea agli studi seguiti, alle esigenze familiari, alle aspettative.
Tutto questo inevitabilmente richiede una impostazione dell'equilibrio familiare del tutto particolare: se mamma e papà sono a lavoro con chi rimangono i figli?
con chi fanno i compiti?
come trascorrono il tempo che i genitori non riescono ad aver modo di vivere con loro?
Ecco che sempre più si comincia a pensare a soluzioni che siano capaci di convergere nel benessere della famiglia.
La nuova realtà aziendale delle nostre società presentano sempre più centri capaci di accogliere esigenze di famiglie e figli.
Spesso perà l'inconveniente è che non sono soluzioni a portata di tutti o che, una famiglia con figli di età differente debba affidarsi a centri diversi magari anche dislocati in punti della città non vicinissimi fra di loro.
Ma quello che ci si dovrebbe chiedere, quando ci si addentra in questo argomento è:
- cosa si aspettano le famiglie dai servizi offerti per i loro figli?
- fra un servizio di qualità e uno più economico cosa, tendenzialmente, scelgono?
- questi spazi devo accogliere solo il lato educativo o anche quello ludico?
- quanto conta per voi che uno spazio accolga più fasce di età?
- è più importante che sia vicino a casa o che risponda alle più disparate esigenze dei vostri figli e sia pronto a crearvi anche servizi ad hoc?


Queste lo domande che oggi GioCoLanDia si pone oggi e che gira a voi, famiglie, mamme e papà giusto perchè credo che per dare le giuste risposte occorre fare domande direttamente agli interessati.
Fornire uno spazio alle famiglie per esprimersi è il primo passo da compiere per essere capaci di adeguate risposte!
Aspettando un vostro riscontro, vi auguriamo buona serata.
[ ... ]

lunedì 19 settembre 2011

Montessori moments: handwashing!

L'attività montessoria di cui parleremo oggi è una attività di vita pratica che trova il suo spazio nel quotidiano di ciascuno.
Spesso nelle piccole routine quotidiane sono contenuti tutta una serie di insegnamenti e di risvolti educativi di cui non sempre siamo consci.



LAvarsi le mani ad esempio è una di queste attività: così comune ma così poco intesa nel suo valore (oltre che igienico naturalmente) educativo.
Rientra fra quegli esercizi che attengono la cura della persona e sono dia bambini molto graditi proprio perchè hanno a che fare con l'acqua.
L'acqua, infatti, è un elemento che favorisce la concentrazione e inoltre giocare con l'acqua ha un effetto rilassante.
E' un esercizio che si compone di più fasi e dunque ha un risvolto positivo anche sull'acquisizione dei concetti "prima" e "dopo" e nella memorizzazione delle fasi.
Ecco come svolgere l'attività
Materiale occorrente:
- una bacinella
- una brocca
- un portasapone
- un sapone
- un porta gioielli
- un asciugamano
- un grembiulino
Presentazione dell'attività:
Chiamiamo il nostro bambino davanti alla postazione handwashing che abbiamo preparato, dove tutto l'occorrente è già posizionato e pronto per l'attività. Chiediamo al bambino di stare accanto a noi ad osservare come si lavano le mani.

Indossiamo il grembiule e chiediamo al bambino di fare lo stesso. Rimbocchiamoci le maniche e liberiamoci dei nostri gioielli (anelli, bracciali etc) e riponiamoli con cura nel portagioielli che abbiamo predisposto nella nostra postazione.
A questo punto prendiamo la brocca e riempiamola per 3/4 sotto al rubinetto.
Riempiamo la nostra bacinella con metà dell'acqua contenuta dalla brocca. Riponiamo la stessa con cura sulla postazione.
Immergiamo la mano destra dentro l'acqua e poi la sinistra, rigiriamo le mani più volte nell'acqua.
Prendiamo il sapone con la mano destra e strofiniamolo sulle nostre mani finchè non si sarà creata la schiuma. Riponiamo nel portasapone.
Laviamo le nostre mani con i gesti consueti in modo che tutta la mano sia pulita (anche fra un ditino e l'altro).
Immergiamo le mani dentro l'acqua. Tiriamole fuori appoggiandole a un panno affinchè siano abbastanza asciutte.
Svuotiamo la bacinella e riponiamola. Versiamo l'acqua restante e immergiamo le mani ripetendo gli stessi gesti che abbiamo operato per insaponare.
Passiamo le mani lungo i bordi della bacinella per ripulirla dal sapone, asciughiamo le mani sull'asciugamano.
Svuotiamo la bacinella e asciughiamola perfettamente con un panno. Ripuliamo la ppstazione e cambiamo l'asciugamano con uno asciutto.
L'asciugamano bagnato stendiamolo invece dove potrà asciugarsi.
Rimettiamo i nostri gioielli e lasciamo la postazione così come era all'inizio.
A questo punto possiamo chiedere al bambino di fare la stessa operazione: lavarsi le mani.
Lo scopo diretto è quello della cura e pulizia della persona ma indirettamente abbiamo lavorato sulla loro attenzione ampliando la capacità del bambino di lavorare in modo concentrato e sostenuto.
Sarebbe molto carino svolgere questa attività dopo aver fatto un gioco o una attività che sporcano le mani (vedi pittura a mano ad es.) così che si abbia anche chiarezza dell'utilità.Questa attività è consigliata con bambini dai 2 anni in su.
E voi, avevate mai pensato che dietro al semplice lavarsi le mani c'è una attività educativa?
Pensate che l'unicef ha dedicato una giornata mondiale a questa attività tanto si ritiene importante nel processo di crescita e formazione del bambino, ed è il 15 ottobre.
Non aspettate che vostro figlio diventi un adolescente per pretendere che capisca che l'asciugamano bagnato va cambiato, che non bisogna gocciolare dappertutto e per capire che il lavabo va lasciato così come lo han trovato prima di usarlo.
Rendete le buone e sane abitudini una costanza fin da piccoli.
E con questi consigli vi auguriamo una felice giornata.


[ ... ]

venerdì 16 settembre 2011

Il Venerdì del Libro

Buon venerdì a tutti e bentornati nella nostra rubrica IL VENERDI' DEL LIBRO.
Già che siamo a inizio anno scolastico questa sera vorrei proporvi un libro per i più piccoli che possa rappresentare un "trampolino di lancio" per l'educazione.



L'alfabeto dei bambini di Nicoletta Costa mi sembra proprio rispecchiare la mia idea di trampolino di lancio per l'educazione.
Ogni lettera dell'alfabeto è associato al nome di un bambino e al paese da cui proviene. Ottimo modo per associare lo studio dell'alfabeto al viaggio nei meandri della geografia.
E con questo consiglio di lettura
vi auguro un felice week end!


[ ... ]

giovedì 15 settembre 2011

Disegnare con i numeri!

In queste dense giornate di settembre, nonostante gli impegni e la fatica di riprendere il ritmo dopo le vacanze, occorre tuttavia essere in grado di rispondere ai bisogni dei nostri bambini di giocare e svagarsi!
Queste schede che vi propongo stasera su GioCoLanDia, che ho scaricato da internet, possono venirvi in aiuto e fornirvi lo spunto per una piacevole attività:
disegnare con i numeri!
Sembra impossibile ma non lo è!
Ecco le schede:




Buon divertimento!

[ ... ]

mercoledì 14 settembre 2011

Mamma mi aiuti a disegnare? La lumaca in 7 step

Bentrovati al nostro consueto appuntamento con la rubrica "Mamma mi aiuti a disegnare?".
Dopo l'estate, tempo di giochi e di divertimenti, con la metà di settembre si riprendono le attività educative e quindi penne, colori, matite e quaderni ritornano ad albergare sui nostri tavoli e sulle nostre scrivanie.
Disegnare è anche un ottimo modo per riprendere l'abitudine ad usare gli strumenti dell'educere in modo simpatico, colorato e divertente.
Oggi vi propongo:
La lumaca in 7 step!










Sperando di avervi tenuto compagnia in questo luminoso mercoledì di settembre e che la lumachina sia stata di vostro gradimento
vi salutiamo augurandovi un felice pomeriggio!
A domani


[ ... ]

martedì 13 settembre 2011

Educare, crescere, rivoluzionare



Oggi GioCoLanDia accoglie lo spunto proposto da genitoricrescono come tema del mese. Da sempre settembre è legato alla scuola e alla fine delle vacanze. Direi che per certi versi lo si può tranquillamente definire il capodanno dal punto di vista scolastico, professionale- lavorativo.
Tutti rientriamo a settembre con un mucchio di buoni propositi, tante belle idee nella mente, e tanta grinta nonostante il trauma da rientro post-vacanze.
La ripresa delle attività didattiche deve essere vissuto, quanto più possibile senza stress sia dai figli che dai genitori.
Occorre riprendere le abitudini e la routine, abbandonare il ricordo della vacanza appena trascorsa, rimborccarsi le maniche e riavviare ogni attività.
Occorre rimettere in moto la propria crescita attraverso l'educazione.
Educare inevitabilmente significa rivoluzionare il proprio sè alla luce delle nuove acqusizioni per potersi ricostruire sempre più forte e determinto.
Educazione è sempre mutamento.
Educazione è sempre processo mai stasi.
Educazione è crescere sempre un pò di più alla luce di incontri positivi, conoscenze e copetenze acquisite.
L'educazione è rivoluzione che fa crescere.
L'educazione è diritto e dovere.Monito e valore sociale.


E il luogo ideale dove si muove questa rivoluzione è la scuola.
Non solo luogo fisico ma anche scrigno di valori e insegnamenti che ci accompagnano per tutta la vita.
Ed ecco quelle che sono alcune frasi di alcuni dei piccoli ai quali ho chiesto:
come è stato il tuo primo giorno di scuola?

"sono contenta che sia ricominciata, mi ero un pò annoiata a casa senza qualcuno con cuo giocare" Barbara, 8 anni
" a me la scuola piace solo comincia troppo presto!"Marco, 10 anni
""io volevo ancorta stare al mare" Zaida, 9 anni
"che bello rivedo i meii compagnetti!!!" Carlo, 10 anni.
"la mia amica va a scuola al mare, forse sarebbe bello studiare sulla sabbia e ogni tanto fare un tuffo."Giada 6 anni

E per i vostri figli cos'è l'educazione? come descrivono la scuola? come raccontano questo Primo giorno?
Felice serata!
Questo post partecipa al blogstorming
blogstorming

[ ... ]

lunedì 12 settembre 2011

Buon rientro a scuola!

Oggi per tutti i bimbi e ragazzi italiani è suonata la campanella!
Tutti a scuola, si ricomincia!!!!
E con la scuola si riavvia a pieno ritmo anche GioCoLanDia, e non poteva mancare il nostro in bocca al lupo del tutto particolare per questo primo giorno di scuola:
-in bocca al lupo ai ragazzi e ai bambini che ripartono con i loro grembiulini e zaini in spalla!
-un in bocca al lupo particolare a chi con oggi inizia anche il proprio percorso scolastico per la prima volta!
- in bocca al lupo a tutte le famiglie che riprendono la routine scolastica insieme ai loro figli!
- in bocca al lupo agli insegnanti che riprenderanno il loro impegnativo compito, speriamo con la voglia, l'ispirazione e la fantasia dalla loro parte!


Augurandoci che questo possa essere un meraviglioso anno scolastico per tutti
vi salutiamo con un augurio particolare per un particolare Lunedì del Montessori moments:
Non ti Auguro un Dono qualsiasi
ti auguro soltanto quello che i più non hanno
Ti Auguro Tempo, per divertirti e per ridere
se lo impiegherai bene, potrai ricavarne qualcosa
Ti Auguro Tempo, per il tuo Fare e per il tuo Pensare
non solo per te stesso, ma anche per donarlo agli altri
Ti Auguro Tempo, non per affrettarti e correre
ma tempo per essere contento
Ti Auguro Tempo, Non Soltanto per Trascorrerlo
ti auguro tempo perchè te ne resti
tempo per stupirti e per fidarti
e non soltanto per guardarlo all’orologio
Ti Auguro tempo per Toccare le Stelle
e tempo per crescere, per maturare
Ti Auguro Tempo per Sperare
nuovamente e per amare
non ha più senso rimandare
Ti Auguro Tempo per trovare te stesso
per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora come dono
Ti Auguro Tempo anche per perdonare
Ti Auguro Tempo
tempo per la vita.

Poesia Indiana

A domani!
[ ... ]
 

©2009 GioCoLanDia | by TNB